"Effetto fico d'india" un progetto di permacultura

Questo e' un design di permacultura a Serranova (BR) in un'uliveto centenario di due ettari e mezzo in una zona dichiarata a desertificazione.

Da decenni l'uliveto veniva diserbato con diserbanti chimici e per la mancanza di una copertura erbacea era soggetto a dilavamento superficiale del suolo,i macchinari per la raccolta delle olive avevano di conseguenza compattato il terreno.

La prima cosa che si e' iniziato a fare e' la ricostruzione del suolo con la ricreazione dei livelli di humus attraverso la biomassa viva e lasciando le potature degli ulivi in mucchi sparsi sul terreno.Sperando con questo che l'acqua invernale ricarichi il suolo d'acqua per avere il livello erbaceo anche durante l'estate che in questa zona e' di solito estremamente calda.

Dopodiche' si e' passato alle potature degli olivi per una ristrutturazione della chioma per massimizzare la raccolta delle olive per mezzo di reti,precedentemente le olive durante la raccolta venivano fatte cadere a terra accellerando il processo di acidificazione delle olive,per poi essere raccolte con la raccoglitrice a motore (tipo F120 Bosco).

Prima (Costruzione di mezzelune con pietre di tufo presenti sul posto per

rallentare il flusso dell'acqua ed aumentare l'assorbimento)

Dopo (La stessa mezzaluna a Febbraio 2014.Ad Ottobre 2013 il terreno

era stato fresato e seminato con un misto di pascolo a prevalenza

di piante leguminose)

Read more...

Design di permacultura a Castel Maggiore (BO)

                                       Castel Maggiore – Bologna – Italy
       

                                                                 Uso proprieta'


La proprieta',di 1.7 ettari servira' come residenza,bed and breakfast (affittacamere per turisti),posto
per fare corsi di vario genere (Educazione),produzione di cibo,medicine,saponi e legname.

Ci sono ottime potenzialita' per usare l'energia solare ma non quella eolica.

E' nelle vicinanze del centro di Bologna che apre buone potenzialita' per il turismo cittadino.
Puo' essere un'ottimo esempio dell'uso della permacultura in aree sub-urbane e di rigenerazione di
terreni esausti dall'agricoltura industrializzata. Con apertura a gite scolastiche e di gruppi.

Interessante l'apertura della proprietaria alla fitodepurazione usando il WET system di Jay
Abrahams.Cosa che potra' diventare punto d'attrazione visto che non esistono sistemi simili in Italia.


Il proggetto sara' anche un'esempio di permacultura applicata e agricoltura rigenerativa.


Sopra: Veduta aerea dell'area di Castel Maggiore – Bologna

 

Read more...

Intervista con Andy - design

Questo progetto di Permacultura è stato fatto per elaborare un'intervista con Andy Goldring il coordinatore (CEO) dell'Associazione Britannica di Permacultura (PAB).

Ed è stato commissionato dal direttore responsabile della rivista AAM Terra Nuova, con sede a Firenze. In relazione alla necessità d'informare l'opinione pubblica sulla Permacultura,sopratutto su quali sono le applicazioni della permacultura ed il panorama internazionale odierno.

In questo progetto e' stato utilizzato il mnemonico R.V.A.P. (in inglese C.E.A.P.) che significa: Raccolta d' informazioni,Valutazione di tali informazioni, Applicazione dei principi della Permacultura e Pianificazione e realizzazione del proggetto.

Come azioni correttive vorrei aggiungere a questo processo la rivalutazione ed il perfezionamento dell'intervista finale.

 

Read more...
Copyleft: L'Istituto Italiano di Permacultura ti garantisce la licenza di copiare,riprodurre e distribuire per intero o in parte con qualsiasi mezzo, qualsiasi materiale proveniente da questo sito internet. Tutti gli altri diritti sono espressamente riservati al propietario in accordo con le leggi del copyright. Il permesso di riprodurre qualsiasi materiale su questo sito non si estende al materiale identificato come copyright di terze parti.
Copyright: Istituto Italiano di Permacultura 2010-2014, tutti i diritti riservati.